“Le nebbie di Kafka” – Opera aperta a contribuzione volontaria, romanzo d’appendice. Parte V

per le puntate precedenti, click qui

“alla locanda epifanò Isizio, chiavami pure ma non farne un vizio, abbondante di prepuzio, di saggezza sazio, dopo aver a lungo viaggiato col compagno Marano, al guano avvezzo, gitano dell’olezzo, ivi giunto con l’amico Isizio per menar favella con profondi pensieri

così si pronunciò Marano

Lionzo, mi ti dicono perplesso

dopo esserti congiunto d’amore e sesso

con la bella Breside in frettoloso consesso sul lago di Piediluco

ma non esser fesso e mena allegro il sesso e chiava come un ossesso

prima che la senescenza ti riduca a cesso.
Quindi tacque Marano, si bagnò la gola col più costoso malto fermentato dElla locanda e fisso Lionzo con l’espressione di chi, paziente, attende sapida replica”

CONTINUA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...