A due ruote

moto

Il mattino ha l’oro in bocca, dicono, ma anche tanta umidità (e questo ce lo ricordiamo solo tra di noi, motoristi ostinati col giacchettino che non copre e non scalda, vasi contenitori di bronchenolo, raffreddati per il semplice gusto di portarsi avanti, il freddo vero poi con calma tornerà). Sono grande artigiano dei movimenti a vuoto e in questo il sonno non mi aiuta, ho 5 minuti per farmi una doccia ma ne impiego 10 solo per rammaricarmi con lo specchio, bastardo e vigliacco, che mi riflette una fronte sempre più..diciamo spaziosa. Ci si mette pure lo sciopero bianco del fornetto elettrico. Scongelare un cornetto a fiato è esperienza tutta da provare. Ruggisco di motore mentre la città ancora un po’ sonnecchia e un po’ rutta la cacio e pepe – per altro ottima – della sera prima. Dopo 22 minuti in apnea tra dossi, fossi e tipi tosti (il mattino è dei tamarri arditi, anche, sapevatelo), il vialone della Colombo mi sbatte in faccia l’obelisco. Ed è un’epifania. Anche oggi, in qualche modo, sono qua.

Per la foto, newspam.it

Un pensiero su “A due ruote

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...