caro Søren, me dispiace

Zio Kierkegaard dimoselo, te sugli aspetti nefasti dell’incertezza, dell’opzione, della possibilità virgola, c’hai costruito una carriera. Dolorosa, riconosco.

A me invece zio, il fronte aperto, il dubbio financo me fa ‘mpazzi’!

Ci pensavo ieri pome, sulla tangenziale Castrense/Passamonti, di ritorno dalla nova dimora di sorella R e fratello G.

Abitano in un quartiere che conosco pochissimo. Eppure ieri mi sono bastati dieci minuti per pensare, al di là dell’affetto che ho per loro, io qui ci vivrei. Ma come vivrei al Madrione, a Tor Fiscale, a Val Melaina e una manciata di minuti tiè, pure all’Eur. Forse è questo il vantaggio dell’affitto, mi immagino ovunque, non mi vedo per sempre in nessun luogo.

Casa nuova per fratello G e sorella R, amici. Un concentrato di possibilità, progetti, vediamo, mobili da montare, aperture, giochi di luci, castelli e formine. Una casa che può diventare mille cose.

Una sequela liberatoria di aut-aut-aut-aut.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...