Russie 2018, il mondiale è loro

tifosocartone

Il mondiale è loro, dei tifosi, sempre. Capolavori sparsi, come godono, come piangono, si colorano, si consolano, improvvisano, partecipano. Sugli spalti e non. Al baretto, in strada, scomodi, inamidati, spappolati, non paganti. Ma-gni-fi-ci.

Beccatevi, solo a titolo d’esempio, questo tatuaggino sul culo per celebrare Harry Kane e la vittoria dell’Inghilterra, l’altro giorno, nel recupero contro la Tunisia.

Kane

Capolavoro tra i capolavori, Alex Flores e i suoi amici, claro que sì. Messicani, arrivati da casa a Mosca col pullmino, è la verità. Alla maratona tra strade, mari, fiumi e luride, meritate, locande, Alex non ha partecipato, la moglie non ce l’ha mandato.

Gli amici non si sono scomposti e hanno deciso di onorarne la “dolorosa” assenza con un cartonato a dimensione reale, scala 1:1, del senor Alex che così, in giro per gli stadi a sostenere gli undici verdoni di Juan Carlos Osorio, in qualche modo c’è.

E l’Alex di cartone (con tanto di maglietta con su scritto “La mia vecchia non m’ha lasciato andare”), dopo appena una settimana di Mondiale, è già leggenda (col piccolo particolare che lui è a casa totalmente all’oscuro di tutto).

Daje Ivana, San Pietroburgo, 20 giugno 2018

(Per la foto, Fox Sports)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...