Russie 2018, il mondiale è loro

tifosocartone

Il mondiale è loro, dei tifosi, sempre. Capolavori sparsi, come godono, come piangono, si colorano, si consolano, improvvisano, partecipano. Sugli spalti e non. Al baretto, in strada, scomodi, inamidati, spappolati, non paganti. Ma-gni-fi-ci.

Beccatevi, solo a titolo d’esempio, questo tatuaggino sul culo per celebrare Harry Kane e la vittoria dell’Inghilterra, l’altro giorno, nel recupero contro la Tunisia.

Kane

Capolavoro tra i capolavori, Alex Flores e i suoi amici, claro que sì. Messicani, arrivati da casa a Mosca col pullmino, è la verità. Alla maratona tra strade, mari, fiumi e luride, meritate, locande, Alex non ha partecipato, la moglie non ce l’ha mandato.

Gli amici non si sono scomposti e hanno deciso di onorarne la “dolorosa” assenza con un cartonato a dimensione reale, scala 1:1, del senor Alex che così, in giro per gli stadi a sostenere gli undici verdoni di Juan Carlos Osorio, in qualche modo c’è.

E l’Alex di cartone (con tanto di maglietta con su scritto “La mia vecchia non m’ha lasciato andare”), dopo appena una settimana di Mondiale, è già leggenda (col piccolo particolare che lui è a casa totalmente all’oscuro di tutto).

Daje Ivana, San Pietroburgo, 20 giugno 2018

(Per la foto, Fox Sports)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...