Periplo

e così ti chiamano Periplo.

circumnavighi attorno a te stesso, agli altri, alle cose

stai sulle punte e accarezzi i contorni.

Tessi la tua tela, ma non per fame o per difesa

Periplo, dicono che così sia sbagliato. Lento, poco diretto, quasi immobile

Ma tu non riesci neanche a immaginare il tuo incendere “di taglio”, come quello di una tangente. Quando lo fai, gli altri non ti capiscono e tu stesso non ti riconosci

Non c’è diplomazia, c’è sicuramente timidezza. E una visione circolare – forse troppo – delle cose

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...