Reliquie

Trecentosessantacinque giorni e poi. E poi, la processione, dedicata al Patrono.Un’attesa lunga un anno solo per poter dire, assieme ai processanti, ooooosandandoniopreeegapeernoi. Una sola parola.

E’ il folklore bellezza, e tu non puoi farci niente.

Preparazione, attesa, vecchie col rosario e rosari vecchi, bambini che piangono, turistame, auto in doppia fila, commercio, bancarelle, ordinanze sindacali, bambini che corrono, botti, festeggiamenti lunghi tre giorni, divieti di sosta, bambini che ridono, comici di grido.

Ci stanno le zitelle che c’hanno il cero e stanno a piedi nudi e chiedono il fidanzato; le campane a festa, le luci gialle dei lampioni che ovattano l’atmosfera, il Patrono portato a mare, devozione vera, curiosita’, partecipazione, rito.

Rappresentazione, tradizione, costume. E poi loro, gli amministratori, un tempo – non ho prove per quest’anno – accompagnati dai “nomi” nazionali, devoti al santo e al seggio.

“L’odore di polvere da sparo, sparso per quartieri mentre una banda,
accompagna le reliquie della santa, impulsi religiosi dell’Occidente.
Accidente” (Franco).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...