Al “Liberati”

ieri sera in molti erano allo stadio, ma all’Olimpico di Roma, per Vasco.

Io, e qualche altro migliaio, eravamo al “Liberati”, Terni, per te

per l’occasione ho rispolverato pure la livrea rossoverde regalata da un cugino di Amelia. In tribuna, mi sono accomodato accanto a un tipo col Sole24Ore, per darmi un tono. Nella sacca mandarino che mi sono portato in treno da Roma, a parte mutande e fantasmini di ricambio c’erano un botto di foto e statistiche, che naturalmente qui non starò a ricordare

perché tu, Riccardone Zampagna, sei stato immenso e basta. Anche perché ti sei ritirato a stagione in corso. Anche perché, da romanista, mi devi due dei tuoi ventotto gol in serie A – alla fine qualche numero ce lo sto a mette’ – .

Bella Riccardone, calciatore popolare e di sinistra, proverò a insegnare al mio pischello a far gol alla te.

tuo, Simone

(fonte foto corrieredellosport.it)

Annunci

Un pensiero su “Al “Liberati”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...