La magia di Harry Potter

Vorrei precisare che non c’è nulla di ironico. Vorrei precisare che dico (scrivo) sul serio.

Per me oggi si chiude un’èra.

Oggi andrò a vedere Harry Potter, l’ultimo. L’ultimissimo.

E’ un libro, un film, un mondo che mi accompagna da anni. Che ha visto tante Anna Eva diverse.
Gli intellettuali non ridano, perché io leggo la Rowling e Victor Hugo con la stessa passione e con lo stesso entusiasmo.

Oggi è la battaglia finale, io la vedrò con mio fratello e con gli amici.

Oggi è la battaglia finale, la affronteremo insieme.

Oggi è la battaglia finale, da un lato l’Esercito di Silente, dall’altro dei lettori/spettatori che si rassegneranno all’idea terribile, tragica, drammatica: dopo i 30 anni chissà se ha senso ancora emozionarsi per maghetti su scope volanti…
Mah, io rispondo di sì. Sono viva anche per questo.

Mi dispiace solo pensare di poter piangere. Detesto piangere. E stradetesto piangere davanti agli altri (il trinomio ultimodiharrypotter + femminamestruata + periodoconequilibriopsichicocompresso
diciamo che non aiuta). Saranno lacrime per la fine d’una saga coinvolgente. O saranno lacrime per la fine d’una troppo indecorosamente lunga adolescenza.

Però mi piace pensare che da qualche parte tutto questo sia vero e continui.
Che ci sia un mondo più magico di quello in cui abito.
Che ci sia un patronum per me. Che mi protegga da tutto. Sempre.
E che esista una realtà patetica, infantile, in cui davvero i buoni trionfano sul male.

 

Anna Eva Laertici / Hermione Granger

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...