Nella casa del cerchio magico

Nella casa del cerchio magico ogni cosa è al suo posto e tutto è
possibile.

Ogni passo è una citazione, un silenzio, un ricordo.

I quotidiani, carta immobile eppure non ingiallita, raccontano in maniera
nitida il passato.

Ragnatele e polvere e umidità sono confortevoli

Nella casa del cerchio magico il melo, l’abete e la quercia non sono solo
alberi.

Tutto è più lento, più chiaro, pieno, vivo.

L’orologio segna le diciannove e due minuti ormai da un paio d’anni.

Nella casa del cerchio magico l’aria è mossa e fresca, la cicala allora
dorme e non frinisce, mentre la rondine beh sì ostinata garrisce e il
maiale strogola e smadonna conscio del suo prossimo futuro.

Il rumore cingolato della sega elettrica arriva ovattato mentre rotola
verso l’alto dai piedi della collina, i fichi aspettano, le prugne
maturano, la vecchia nonna, non più sola, si fa meno aspra.

Annunci

Un pensiero su “Nella casa del cerchio magico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...