Dal diario del menestrello scalzo, pagina 1: pomeriggio d’agosto

Mi piace stare assieme a te. È capitato anche qualche giorno fa, un
pomeriggio di metà agosto.

A parlare di tutto, licenza di chiacchiera a 360. Economia, la Lazio e la
Roma che verranno, i cicli virtuosi della differenziata e il nostro idolo
comune, Franco Melli.

Sto bene con te, mi fa bene il tuo sguardo sulle cose, la tua presenza.

Due ore a tirare a canestro citando il liceo e le virtù del terzo tempo, o
di un tiro in sospensione. Da quanto non lo facevamo?

Ti sento stanco, a volte un po’ perso. Ma sei la persona che conosco e
riconosco, da quattordici anni.

La notte porta consiglio, la sera ancora chiacchiere, citazioni giovanili
e qualche centilitro di malinconia per ciò che è o non è stato.

C’è anche il tempo per una telefonata all’amico comune, a metà strada tra
il nostro rispettivo presente. Ti voglio bene, tutto qua. Volevo dirtelo
così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...