ti dico – mi dici

E’ un po’ che faccio un cattivo pensiero.
Succede che..
Ti dico, vagheggio un 14 luglio anzi no un 4 luglio; un ottobre del 1917, un settembre del 1870, un 25 aprile, un 2 giugno dài.

Succede che..
Mi dici che una data prima o poi l’avro’, l’avremo, se non altro per pura anagrafe. Ma c’è il rischio che passi alla storia come la liberazione degli inerti, senza L maiuscola, senza festa. Stavolta sì, tutti al lavoro.

Un pensiero su “ti dico – mi dici

  1. Simone io non lo so mica che gli racconterò ai miei figli quando mi chiederanno dov’ero, che facevo e non facevo e perché quando questi facevano scempio del nostro paese. Dal 94 ad oggi ci ho vissuto se non i miei migliori anni, certamente la mia giovinezza. È già tardi, ma hai ragione, tutti al lavoro.

    Tm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...