#continuare a #calciare

Dieci motivi per cui vale la pena continuare a pedare il pallone

per il mio interno destro, morbido e vellutato. Almeno nelle mie pornodivagazioni calcistiche

per continuare a collezionare e collezionare e collezionare magliette di ogni squadra.

per conversare meditabondi circa gli aspetti regressivi del 3-5-2

per le storie di pallone

per l’umidita’ che ti infiltri nei menischi nelle partite del giovedì. Di sera. A novembre.

per le marginalita’ meravigliose come Carpi e Lanciano, Benevento, Trapani e L’Aquila

perche’ non c’e’ gioco piu’ divertente e democratico, che tu lo intenda orizzontale o verticale

perché se stringi, in linea di massima in campo di doppio c’è solo il passo. E non tutti possono concederselo

per i vecchi che scatarrano sulle pagelle del lunedì e millantano un 13 che fu ma con quote popolari

per le famose accanite, colonna della formazione scolastica

per i tunnel svergognati che faccio a mio figlio in corridoio, anche approfittando della levigatezza del finto parquet

per le trasferte, soprattutto quelle che non ho mai fatto

per le curve e i tifosi (quelli che ci piace il calcio, per intenderci) di Nocera inferiore, superiore, citeriore e umbra

per la sagacia tattica che alberga in ognuno di noi

per tutte le volte che per farmi capire ho metaforato, novello (re)foscolo dal peduncolo rosso, in endecasillabi sciolti presi dagli undici in campo

Molto più che dieci moivi. Ma me fermo qua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...