Piero il cestista

Piero accarezza il canestro con discreti tiri da due.

Piero, che non si chiama Piero ma un po’ assomigli a un Piero, e’ magrerrimo, nodoso. Un po’ contratto

Piero e il basket sono una cosa sola e al parco Meda lo sanno un po’ tutti

La mattina, il pomeriggio. Ore di campetto, qualche divisa ufficiale e qualche scambio occasionale con altri cestisti

E poi tanto uno contro uno, lui e il canestro, con l’anello sbilenco, la retina tagliata, il pavimento fratturato

Tiri dalla lunetta, a volte troppo tesi. Un gridolino di gioia, spesso immotivato. Poi un altro. Entusiasmo. Un saluto per tutti, per i tanti tristi frequentatori del ‘Meda’

Una simpatia dolcissima per i piccolletti come i miei, c’ha il Piero

Un padre stanco e magnifico che lo segue da lontano e ogni tanto gli smuove un po’ l’uno contro uno e contiene la sua passione per il prossimo, un prossimo spesso impegnato a lustrarsi le caccole mentre generoso assolve l’irruenza di Piero

Piero l’incolpevole, sfortunato Piero, Piero quelle vite che accadono

Canestro. Stavolta senza nemmemo sfiorare l’anello di ferro. Gridolino. Ci sta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...