NOSTALGIE

Lance di spine ai fianchi conficcate in silenzio, dal silenzio dei tuoi silenzi, dallo sguardo dei tuoi occhi assenti, da quello dei miei che cercano di trovarti tra i numeri, i nomi, i fatti e chissà quante altre cose che ci appartengono ancora e che ancora voglio.

Sorrisi persi in versi, sciolti da ricordi di minuti che scrutano gli anni e le età più belle fatte di profumi e primavere trascorse tra il polline nel vento e coi nostri corpi a terra uniti da istinto e volontà di averti.

Saccheggi notturni in una Roma scoperta in un piatto a trastevere e nello specchio dei tuoi occhi che abbandono in silenzio e che vincono la voglia di chiamarmi e rispondermi “arrivederci”.

Pochi altri sorrisi ancora e poi danze di accordi su una tastiera di piano bar ora lente come i gesti  della mia mano che stringe la tua, ti accarezza, e ti lascia solo per anticipo nel silenzio del tuo silenzio dove una punta mi solletica il fegato.

 NOSTALGIE

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...