Fine

Avrei preferito porre al posto giusto e nel giusto momento quella parola, ma mi hanno ordinato di sparare prima ancora di baciarti per una volta almeno ed ora, sono seduto a meditare sul perché una carezza possa fare tanto male.

Occhiali scuri come tanti volti che passano leggeri nei ricordi.

L’espressione è di chi non vuole amici intorno o forse, di chi non ha saputo averne ed ora, anche quella finestra che dava nel cortile della scuola filtra luce da cui riparare la memoria.

Marina non farti dimenticare!

Passi veloci che piegano lavori di origami e il niente acquista un’anima per testimoniare d’esser fuggito dalla pratica.

Perché passi gli anni a lamentarti d’un presente che non cambia?

Scrivi quella parola e liberando quei capelli dalla tua presa arrendevole, sostieni le tue ragioni!

… E tu che mi hai cercato, non farti dimenticare.

 

 Fine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...