Ritratto

Lui compra dieci sacchi di sabbia setacciata solo per sentirsi dire di essere il migliore poi, contando fino a dieci, attende il suo turno e intanto, pensa a quello strano tipo che ha dimostrato di sapersi mordere i gomiti.

A volte, guardandolo, si ha quasi l’impressione d’aver di fronte qualcuno che cerca di impadronirsi di tutti gli sguardi del mondo, di quelli sempre pronti a ridere e condannare a seconda dell’esistenza dell’abbondanza di cose fragili intorno ai suoi momenti di tristezza.

Ora però, lui è solo; e quella sabbia uscita fuori da un buco dimostra che anche i tesori più gelosamente custoditi possono perdersi nei momenti in cui più se ne ha bisogno.

Chiunque al suo posto capirebbe d’aver perso i significati di un’esistenza che sempre brucia le tappe di tutti quelli come lui ma, in fondo, ciò che lo rende diverso dagli altri, è proprio quella sua consapevolezza di saper tornare a sorridere all’ironia ogni volta che muore.

Lui, condannato a morire perché immortale.

 

 Ritratto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...