Il mago Walter e gli altri. Chissà cosa pensano

Il Liga da Correggio s’è sempre chiesto cosa mai passasse nella testa del mago Walter ad ogni trucco venuto bene

Io, con pudore, aggiungo:
chissà cosa pensa la signora bionda, minuta e composta, quando fa i suoi giri di ramazza per pulire i cessi aziendali; chissà cosa di tutti quegli animali dotati di pessima balistica e scarso senso dello sciacquone che si danno appuntamento alla toilette. Quanto racconta una pipì nel bagno pubblico, vero signora bionda?

E chissà poi cosa pensa la nonna coi calli e le calze pure di giugno, lo scialle in testa e le patatine pai sulle ginocchia, mentre arrotonda la sua dignità chiedendo du’ spicci sui gradini di stazione metro Barberini

E che dice lo specchio in cui si specchia la caruccia, mentre organizza la giornata della tata e del primogenito a carico

E chissà cosa pensa un figlio, nostro figlio, il figlio amato, ogni volta che siamo stanchi o impegnati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...