la calla e Nonna Papera

est

c’è qualcosa di tipico, tipico come una mozzarellina d.o.p., nella calla estiva romana – c’è quest’aria frizzantina, sfumature d’anguria e merda da marciapiede perché i cani, si sa, cagano anche in luglio

c’è Nonna Papera piegata a U sotto il sole che le morde calli e rughe – resiste alla fermata del 542 con un coraggio postbellico o quasi – nella mano destra l’mg k vis per i crampi ai polpacci, nella mancina la schedina, unta e stropicciata, del lotto

ci stanno i negozi con le serrande serrate e i cartelloni fucsia: “Stamo in ferie, dalle 10 alle 16, ma per qualsiasi emergenza o necessità…” – che poi, io, che emergenza ce potrei ave’ tale da interrompe’ le vacanze ristrette del pizzicarolo? –

l’afa, sincera, dilata l’umore di Sergio il matto e allenta i gesti di noi tutti, ciurma di resistenti attraccati ai cappuccini del bar Emma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...