nanetti_raccontini di città

cane
“L’altro giorno ho pestato ‘na merda”, mi racconta un amico.
Che prosegue. “E siccome è un po’ che sto in guerra col mondo me so’ appostato. Il quartiere è piccolo, prima o poi, me dico, il padrone del cane lo becco.
E infatti lo becco. Due giorni dopo.
Stessa storia, il cane cialda e lui non raccoglie.
Vedi tu, destino delle piccole cose, un alito di vento mi fa sbattere sul piede una busta di plastica vuota.
Aspetto che il tipo si allontani, raccolgo la merda nella busta e lo seguo.
Arriva a casa. Al portone imbocco entro con lui. Aspetto che entri nel suo appartamento.
Gli busso. ‘C’è un pacco per lei’, faccio.
Apre e, con gran classe, gli lancio il merdone in casa. ‘Roba sua’, chioso. E me ne vado. Ancora me cerca”.
per la foto, lastampa.it
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...