A pane..e

pane

siamo cresciuti a pane e capricciose fatte male, con l’uovo sbilenco e il pomodoro poco cotto

siamo venuti su a pane e terzini che restano bassi, per paura di prenderle. Sempre. Ci hanno educato al governo tecnico, al governissimo, all’esecutivo di scopo, alla compagine di unità nazionale

ci hanno tirati avanti a pane e nutella (agli alternativi al massimo è toccata la spalmella), a pane e titoli banali

a pane e periferie, che sono sempre difficili, a pane venerdì che sono spesso neri, a pane e giovedì, senza gnocchi ma col buono pasto, a mercoledì di pane e nuvole

ci siamo fatti le ossa, pane e impacciati, ciriole e furbi

siamo quelli che siamo, pane che profuma, crosta fragile

vite accese e novalgina

simone

(per la foto, LaTerradiPuglia.it)

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...