Politiche, regionali. Le persone contano

NICOLA-ZINGARETTI

Forse, a volte, ancora oggi, le persone contano. Lo dimostrano, nel Lazio, alle regionali, le 300mila preferenze date tutte e solo a Zingaretti, al netto del crollo diffuso del suo partito di riferimento, il Pd.

Le persone ancora contano. Le persone ancora possono contare nel determinare le scelte di chi va a votare.

Le persone che hanno una temperatura (nel senso che non sono percepite come fredde, distanti, arroganti). Le persone che sanno toccare lo stomaco.

Io non so se l’Italia sia effettivamente o meno, parzialmente o per intero, apparentemente, permanentemente un Paese in prevalenza moderato-conservatore-di destra-stanco-disilluso-arrabbiato-superficiale.

C’è l’Italia che non vota, quella che vota comunque e nonostante e quella che si è rotta i coglioni. Da tempo.

Le conseguenze, qualsiasi saranno, le vivremo tutti. La prova dei fatti spetta a tutti.

Ripeto, la differenza la fanno le persone. Zingaretti ha fatto la differenza. Le liste civiche ormai ovunque da Nord a Sud si diffondono e vengono scelte per amministrare i Comuni. Certo, spesso dietro hanno i “cari e vecchi” partiti tradizionali.

Un segno, comuque, c’è. La politica si fa con la prossimità, su poche cose concrete, fuori, almeno in parte, dall’apparato, tra la gente e per la gente, con lo stomaco, con la giusta temperatura, con le giuste facce.

E di gente interessante in giro, come sempre, ce n’è.

Simone

(foto presa dal sito Cinque Quotidiano)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...