a caldo

a caldo, anzi freddo, freddissimo. Serie A rancida, spunti a fatica.

In attesa di Inter-Samp e Napoli-Milan, otto partite che si sintetizzano con 3 risultati: 2-1 (Fiorentina-Bari, Lazio-Cagliari, Lecce-Brescia, Udinese-Palermo e Chievo-Cesena),  1-0 (Genoa-Catania) e 0-0 (Parma-Roma e Bologna-Juventus).

Quattordici gol per sedici squadre. Nella Liga, solo Cristiano Ronaldo e Messi ne hanno fatti sei.

La Lazio – su Olympia nessun commento – resta in vetta, sorride il Chievo – quarto – e ghigna il Lecce di De Canio. In ripresa l’Udinese, male molto male Cagliari e Bari.

Un’ottava giornata a otto/decimi che certo non merita otto, ma quattro.

A margine, le solite cosucce. Tipo Iachini, che col Brescia nelle prime quattro ha vinto tre volte – rubandone una, con la Roma – e nelle seconde quattro ha perso sempre. Era con il Cesena di Ficcadenti la sorpresona. Ora, naturalmente, la panchina scricchiola – e neanche Ficcadenti sorprende più -.

Tipo Mutu, che di calcio giocato non ne vuole più sapere.

Tipo Krasic, sempre più emulo di Nedved, anche in tuffo.

Solo due cose mi fanno ancora sorridere: Zeman e il Novara.

Simone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...