Il vomito di Dio

“Questo misero modo
tegnon l’anime triste di coloro
che visser sanza ‘nfamia e sanza lodo.

Mischiate sono a quel cattivo coro
de li angeli che non furon ribelli
né fur fedeli a Dio, ma per sé fuoro.

Caccianli i ciel per non esser men belli,
né lo profondo inferno li riceve,
ch’alcuna gloria i rei avrebber d’elli”.

(La Divina Commedia, Inferno, Canto III).

Divino il III Canto dell’Inferno. Lì Dante lascia sospesi gli ignavi, non meritevoli del Paradiso e ancor meno delle fiamme eterne, dove i dannati si vanterebbero d’esser migliori di loro.

Né freddi né caldi, vomito di Dio li apostrofa San Giovanni nell’Apocalisse:

“Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca” (Apocalisse 3,15-16).

Mi farò male, ma stavolta mi butto… non voglio essere tiepido!!!

Andrea Skandiz

Annunci

3 pensieri su “Il vomito di Dio

  1. La prima volta che lo lessi, a 16 anni, lo amai. Lo amo ancora oggi, lo leggo, lo rileggo.
    Dante.
    Il III canto dell’Inferno – sì, me ne vanto – lo so a memoria. Tutto.
    E da quella prima volta ho pensato che quegli ‘sciagurati che mai non fur vivi’ agli occhi del Poeta che per le proprie scelte, per difendere le proprie idee, era finito in esilio, beh, mi ricordavano ‘gli indifferenti’ citati da un altro grandissimo intellettuale italiano…

    “Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.”
    Antonio Gramsci, 11 febbraio 1917

    Buttati, Skandiz.
    La vita è una, e piena di scelte da intraprendere e difendere.

    Anna Eva Laertici

  2. Difendere le proprie scelte,
    le proprie opinioni, costa.
    Amici,
    affetti,
    colleghi,
    rischi anche sbagliare, potresti anche contraddirti… ma vuoi mettere essere veramente uomini!

    Mario Bartolomucci

  3. Grazie Anna Eva e grazie Mario!
    E’ vero, l’indifferenza è odiosa e la vita va vissuta…
    meglio essere uomini e sbagliare che guardare la vita scorrere da seduti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...