Criatur’

Biondi.

Belli che sembrano quelli delle pubblicità.

Occhioni scuri, ciglia lunghissime che nessun mascara al mondo.

Smorfiose. Con i codini e la borsetta. Ti sorridono pure. Ammazza, hanno già imparato come funziona.

Tre insieme. Pochi mesi di differenza. Magliette passate dal più grande al più piccolo. E i colori parlano di tanti tanti tanti lavaggi. E la taglia è un problema che non li riguarda.

Sporchi. Meglio. Zozzi come solo loro sanno essere. E, sotto i capelli luridi, il bianco abbagliante dei denti che tra poco cadranno e il naso incrostato di moccio e caccole.

Mille treccine che un’estate ci ho provato anch’io, una sfida persa in partenza.

Visi disfatti di chilometri a piedi appresso a mamma e papà, attenti a non perdersi tra le gambe dei turisti mentre loro guardano in su.

E per fortuna che hanno inventato questo zaino dove posso sentirmi, finalmente, bimbo.

Annunci

4 pensieri su “Criatur’

  1. In effetti ero indeciso tra Roma, Dakar e i quartieri spagnoli. Ma non importa davvero il luogo, sono tutte criatur’.
    Tommaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...