E comunque Renzi non è giovane, perché non si depila le sopracciglia

Uffa, volevo scrivere un bel post su come mi sento fuori da un mondo in cui i maschi si depilano le sopracciglia, ma poi sono partite le primarie del PD.

E qui parte la mia confessione: io seguo le primarie del PD. E ci sto dentro dentro, eh?
Come in una partita Lazio – Juve.
Vado a spiegarmi: mi ci avvicino già annoiata e anche parecchio schifata… ma mi ci avvicino, però! Non la evito. Anzi, ne sono incuriosita, gufo i burini, poi una gufata per i gobbi, poi ritorno a gufare i pigiamati e infine una bella gufata ai ladri.

Insomma, vuoi perché tifi per lo stacca biglietti dello stadio (in un posto gremito da laziali e juventini per chi si può tifare?), vuoi perché io sia un’appassionata di calcio, non riesco ad evitare un match finanche con quelli là.

Ed ecco ora Bersani vs Renzi.

(ok, lo dico subito, c’è una terza signora veneta a concorrere, ma per amore di coscienza e onestà non dirò nemmeno il nome, tanto è palese che abbia il ruolo del cameriere del ristorante ad un primo appuntamento)

Bon, mi sto intrigando.
C’è da dire – stavolta seriamente – che in un’Italia molto sommersa dai liquami del qualunquismo, come questa post-berlusconiana, io continuo ad appassionarmi alla Politica (P maiuscola, non mi è scappata a caso). Quindi, nemmeno era partito il camper del sindaco fiorentino, io già zompettavo su giornali on line, blog, twitter, articoli, etc. etc.

Mi piace seguire i duelli, specie se corretti. E se stimolanti. In effetti, ho recentemente seguito anche entrambe le convention americane, però lì per tornare all’esempio calcistico, devo scomodare el clàsico Real Madrid – Barcellona: un match in cui so dichiaratamente per chi tifare (visca el Barça… e daje Obà!).

Dunque, tornando alla sfida “Ci garban giovani” vs “Mo zi vuole esperienza”, ovvero Renzi vs Bersani, ecco, ho già qualche appuntino da evidenziare:

–       mi piacciono da morire le primarie. Sì, mi piacciono. Mi piace dare la parola a tanti, sono un’affezionata dell’ἀγορά, non sopporto le oligarchie, le tavole rotonde, le segreterie fumose in cui seduti a tavolino si decide in pochi per tutti.

–       a Bersani ho voluto bene quando provò a scassinare qualche lobby (farmacie, taxi, assicurazioni). Anzi, mi pare che sia il Ministro dello Sviluppo Economico che più ha fatto in Italia negli ultimi anni.
Oddio. Ora che mi sono fermata a rileggere, mi viene da pensare che è facile vincere quando l’altro individuo che recentemente ha retto quel dicastero sia Scajola… Vabbè, passiamo avanti.

–       ciò detto, come segretario di un partito per me Pigi è credibile come Babbo Natale. Resta un uomo onesto, e non mi pare poco (anche Babbo Natale dovrebbe essere una personcina onesta). Ma il fastidio che si prova a sapere, a percepire in ogni sua frase, a perfino ad odorare in lui il fatto che sia un’ombra di altri, mi ferma. Bersani è la faccia che D’Alema non può più usare. Ma guardate bene dietro Bersani, vedrete i fili che il puparo coi baffi destreggia con abilità…

–       il fiorentino è invece il più grande ossimoro vivente: fa il ragazzetto, il pischello, impronta tutte la sua campagna su “largo ai giovani!”, “ammazziamo le cariatidi!”, “svecchiamo!”, “rinnoviamo!” … e poi hai contenuti de mi’ nonno.
Sul serio, mi ero affacciata ai suoi programmi con (giovanile? Vabbè, se consideriamo un ragazzo lui che ha più anni di me…) entusiasmo. Una volta letti, imploravo il ritorno di D’Alema, e per chi mi conosce sa che mi sono cadute le dita già mentre digitavo la frase poc’anzi scritta. Ma provate a sentirlo: è un rutelliano nell’anima, intendo dire il Rutelli baciapile e amico della Binetti, non quello che si faceva le canne con Pannella negli anni ’70. Renzi è lento, è invischiato in ragionamenti medievali su molti argomenti (vedi alla voce ‘laicità’, che dovrebbe essere un pilastro di un partito di centro-sinistra… e prima di beccarmi degli ortaggi virtuali, vi invito a notare che non ho scritto ‘laicismo’).

–       di Renzi, paradossalmente, mi piace il fatto che non piaccia al partito.
Piace ai simpatizzanti del PD, ma non ai suoi funzionari. E nemmeno all’organo mediatico che in questo momento appoggia più di qualsiasi altro mezzo la candidatura di Bersani: il quotidiano LaRepubblica. Trovo questo link patetico e scandaloso:
http://www.repubblica.it/politica/2012/09/13/foto/renzi_camper_doppia_fila-42463929/1/?ref=HRER2-1
Al primo giorno di campagna elettorale, un illustre giornale scredita un candidato ponendo sulla propria home page la foto del camper del comitato in doppia fila.
Renzi è un mostro perché qualcuno dei suoi ha parcheggiato in doppia fila il suo camper? Un po’ deboluccia come tesi, no?
(N.B. Per smemorati: questo Paese è appena stato governato per 20 anni da un mafioso, corruttore, piduista, pedofilo… e forse quello che parcheggia in doppia fila me fa’ pure ’n po’ pena)

–       di Renzi, però, allo stesso tempo, non mi piace il fatto che non gli piaccia il suo partito.
I simboli – come i riti, gli inni – sono fondamentali. Leggerli è immediato e aiuta a capire molto. Il sindaco di Firenze non ha fatto mettere in nessun materiale della sua campagna (camper in doppia fila compreso) il logo del PD. Eh, no, Matteuccio, così non si fa. Ricorda che vuoi svecchiare sì, ma un partito, il TUO partito, il partito di cui hai la tessera. Non ispiri fiducia, ‘scollegandoti’ in maniera così plateale proprio dalla tua parte politica e puntando tutto sulla tua grande figura carismatica, sulla personalizzazione di una candidatura forte e giovane come la tua illustre persona… che vabbè vabbè ma chi te credi de esse? Mi sai che sei andato a troppe cene ad Arcore.

Ok, come primo giorno può andare.

Ma se continua così… stay tuned! Continuerò a seguire l’evento.
E continuerò anche la mia battaglia contro i maschi che si depilano le sopracciglia, eh? Le primarie del PD non mi distrarrano a tal punto.

 
Anna Eva Laertici

Annunci

Un pensiero su “E comunque Renzi non è giovane, perché non si depila le sopracciglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...