Ho voglia di bontà

Ho voglia di bontà,

ho voglia di fare una buona azione,

di ricevere un inaspettato atto di generosità.

Ho voglia di bontà,

da quando la bontà

ha smesso di essere un pregio.

Ho voglia di bontà,

perché non mi capacito

che essere buoni

ora significa “esse fregnoni”

(o peggio: “esse cojoni”).

Ho voglia di bontà

anche se non è Natale.

Anzi, a Natale

ho sempre voglia di sfogare

la mia isterica iracondia.

E invece ora

ho voglia di bontà

un minuto un’ora un sorriso,

purché siano buoni, gratuiti e sereni.

Ho voglia di bontà

per aizzare le dietrologie sulla mia bontà

o sulla bontà ricevuta.

Ho voglia di bontà

perché è spiazzante.

Ho voglia di bontà.

 

 

Anna Eva Laertici

Annunci

Un pensiero su “Ho voglia di bontà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...