ESITO

Poche parole a tagliare discorsi e momenti sottili fuggendo dalle ansie che riaffiorano come i ricordi stanchi, di un’eco che rispondeva a frasi ormai perdute.

Poche lacrime da spendere per ritegno e pudore.

Quante da ingoiare e non far vedere?

È bello capire che là dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra che apprezza quelle poche parole a tagliare discorsi e momenti sottili che ora s’accostano ai ricordi vivi di un’eco che rispondeva a frasi ormai perdute.

Mai!

Era il mio urlo di battaglia e non il suo.

Poche lacrime da spendere per ritegno e pudore.

È triste ripetere un accordo che suona ad accompagnare parole che tagliano quei momenti sottili e spendono lacrime a caro prezzo.

Combattere per perdere, in fondo, è stato da sempre il mio mestiere.

 

 ESITO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...