Mi alzo

Mi alzo, accendo il pc, mando curricula. Mangio e ricomincio.  Ogni tanto un colloquio, spero, mi illudo. Disilluso mi rinchiudo tra le quattro mura della mia cameretta. Chiudo il pc, leggo, alzo gli occhi, villa ada brilla di luce. Esco. Ciondolo senza meta tra le vie della vecchia Trieste. Il mercatino, i poveri che ricevono una moneta da false aristocratiche signore imbellettate. Mi dà fastidio la gente. Tra i palazzi giganti uno squarcio di luce, mi incammino verso il sole. Cerco un’idea. Prego il Signore.

Skandiz

Annunci

Un pensiero su “Mi alzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...