Lascio le mance, che dicono porti bene

mancia

Intanto vado ancora in giro, annuso ancora gente. Scrivo, sempre, cose. Lascio le mance, che dicono porti bene.

Vado via. Ma poi torno. Sempre pronto per un brindisi con l’amaro abruzzese.  E un po’ di ghiaccio.

Petunio il petulante, stornellatore di Srebrenica, svocia con la chitarretta appiccicato al portone di casa nostra. Due pomeriggi a settimana. Non chiede soldi né opere di bene. Ma sigarette e un quartino. Amen

Quanti ne abbiamo oggi. E quanti né hanno sgozzati. Ogni cosa, anche la tua boccetta di iperviolenza quotidiana, è su misura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...