Molti sogni

Hungary Orangutan

Anche io ho un sogno. Anzi, moltissimi.

Quando ero ragazzino scrivevo (a penna) sulla pietra (dura, piena, viva) del colonnato che regge il porticato attorno al casolato (fa rima e c’è, stacce)..

Dicevo, scrivevo..daje Roma! Oggi, che la passione calcistica daje e daje me l’hanno addormentata, dormo appunto, e  sul pietrisco che resta del glorioso colonnato, che ansima e boccheggia sotto al solito porticato, del casolato..scrivo ancora

Perché è l’unica cosa che (manco sempre) mi riesce

Così l’altro giorno mi sono trovato a riscrivere Pasolini

La felicità, diceva (più o meno), non è fatta di un solo sogno, ma di molti sogni.

Molti sogni. E incubi, molti incubi. Mi accompagnano tutti, sogni e incubi, a braccetto, in queste notti piene di extrasistole (dicono, è lo stress) e rinocidina (mocciolo, abbondante mocciolo).

Faccio sogni (tipo il giro del mondo in 90 giorni), scrivo sogni, scrivo. Scrivo, perché l’intolleranza me se magna.

Gli artigiani della complicazione, i signori della ripetizione, quelli che se movono solo dietro promessa de abbondante libagione. Semplicemente, non li tollero più

Quelli che se nascondono, li cancello

Quelli che t’hanno condannato comunque e allora pazienza; quelli che s’aspettavano qualcosa in più

Inquieto, indeciso, contraddittorio, una tasca piena e una vuota. Ecchime. Un sogno, moltissimi sogni

simone

(per la foto, ilpost.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...