le cose che accadono

lecosecheaccadono

Sono i numeri che fanno impressione; sono le cose che accadono che fanno impressione; sono le deferenze, che fanno impressione; sono le indifferenze che fanno impressione; le quotidianità più o meno necessarie, che fanno impressione. E’ vedere come si trasforma un mare, che fa impressione. E’ scrivere righe seduti davanti a un pc, che fa impressione. E’ la naturalezza con cui si cambia argomento, che fa impressione. E’ la voglia di sopravvivere, che ci accomuna, e che fa pressione. Sono le scelte, che fanno impressione

Bisbigliatori, sobillatori, inventori di situazioni. A capannello, nei crocicchi, lungo i corridoi di finto linoleum o, meglio ancora, alle macchinette di merdacaffè degli ufficetti loro.

Parlano, sparlano, straparlano. Se la raccontano. Trasformano. Sporcano, tutto.

Gioco tutto sommato triste, quello del chiacchiericcio. Un giochino fatto così, giusto per gioco, mica per cattiveria, tanto per dire. Un giochino a cui, va detto, lo ammetto, è difficile sottrarsi.

Tra le cose che auguro ai miei figli di riuscire a conservare, assieme alla capacità di mollare tutto in un momento e a quella di saper scordare, c’è questa: non sparlottare.

Sparlottare, un comportamento appreso. A casa, nell’aria, tra la gente. Non ci nasci e non ce l’hai, almeno per un po’.

Poi il virus ti bacia sulla bocca. E sei fottuto.

Simone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...